Centro Servizi, sicurezza e igiene nei luoghi di lavoro Centro Servizi, sicurezza e igiene nei luoghi di lavoro Centro Servizi, sicurezza e igiene nei luoghi di lavoro
 
La sicurezza nei luoghi di lavoro T.U. 81/08 Viene gestita da un insieme di norme che riguardano i datori di lavoro ed hanno come scopo principale di rendere il luogo di lavoro sicuro mediante l'attuazione di una serie di misure di prevenzione e protezione. LEGGI TUTTO
Igiene degli alimenti Autocontrollo e sistema HACCP introducono il concetto di "prevenzione del rischio alimentare" l'operatore del settore alimentare, viene responsabilizzato in materia di igiene e sicurezza degli alimenti ed ha l'obbligo di garantire specifici standard di igiene e salubrità dei propri prodotti. LEGGI TUTTO
Formazione Il continuo sviluppo tecnologico e l'evoluzione nel mondo del lavoro hanno fatto diventare la formazione una necessità dettata dall'obbligatorietà delle varie norme ma anche dall'esigenza di acquisire adeguata consapevolezza per lo sviluppo aziendale perchè non ci può essere crescita se non c'è adeguamento di persone e culture. LEGGI TUTTO
 
News
Può il Datore di Lavoro delegare la responsabilità sulla sicurezza? Si, a patto che.. Cass. pen., sez. IV, sentenza n. 44482 del 4 novembre 2013 [rif. norm.: art. 16 d.lgs. n.81/08]
pubblicata il 05/03/2014

Gli obblighi di cui è titolare il datore di lavoro ben possono essere trasferiti ad altri sulla base di una delega, purché espressa, inequivocabile e certa; la delega, ove rilasciata a soggetto privo di una particolare competenza in materia antinfortunistica e non accompagnata dalla dotazione del medesimo di mezzi finanziari idonei a consentirgli di far fronte in piena autonomia alle esigenze di prevenzione degli infortuni, non è sufficiente a sollevare il datore di lavori dai propri obblighi in materia e a liberarlo dalla responsabilità per l'infortunio conseguito alla mancata predisposizione dei necessari presidi di sicurezza.

La sentenza ha precisato che occorre verificare che il delegato abbia in concreto effettivi poteri di decisione e di spesa, indipendentemente dal contenuto formale della nomina, per cui ha giudicato che non potesse desumersi, nel caso sottoposto al suo esame, l'esistenza di una delega implicita dal semplice fatto che, secondo l'organigramma aziendale, l'asserito delegato fosse una sorta di capo cantiere, incaricato di seguire per conto della società appaltatrice i lavori oggetto dell'appalto. In particolare, è stata ritenuta insufficiente la circostanza per cui al predetto soggetto fosse stata conferita la facoltà di scegliere autonomamente la ditta subappaltatrice. Va osservato che la norma di cui all'art. 16 del d.lgs. n.81/08 ha operato una sorta di codificazione dei principi in passato tracciati dalla giurisprudenza a proposito dei requisiti di efficacia della delega.





« torna alla pagina precedente