Centro Servizi, sicurezza e igiene nei luoghi di lavoro Centro Servizi, sicurezza e igiene nei luoghi di lavoro Centro Servizi, sicurezza e igiene nei luoghi di lavoro
 
La sicurezza nei luoghi di lavoro T.U. 81/08 Viene gestita da un insieme di norme che riguardano i datori di lavoro ed hanno come scopo principale di rendere il luogo di lavoro sicuro mediante l'attuazione di una serie di misure di prevenzione e protezione. LEGGI TUTTO
Igiene degli alimenti Autocontrollo e sistema HACCP introducono il concetto di "prevenzione del rischio alimentare" l'operatore del settore alimentare, viene responsabilizzato in materia di igiene e sicurezza degli alimenti ed ha l'obbligo di garantire specifici standard di igiene e salubrità dei propri prodotti. LEGGI TUTTO
Formazione Il continuo sviluppo tecnologico e l'evoluzione nel mondo del lavoro hanno fatto diventare la formazione una necessità dettata dall'obbligatorietà delle varie norme ma anche dall'esigenza di acquisire adeguata consapevolezza per lo sviluppo aziendale perchè non ci può essere crescita se non c'è adeguamento di persone e culture. LEGGI TUTTO
 
News
Muore lavoratore colpito da una escavatrice guidata dal padre non regolarmente assunto. Cassazione Penale, Sez. 4, 18 dicembre 2014, n. 52658
pubblicata il 28/01/2015

Con tale sentenza la Corte di appello di L'Aquila ha confermato quella in primo grado con la quale C.G. e P.D. erano stati condannati di reato di omicidio colposo nei confronti del lavoratore M.D., riformando la pena esclusivamente nei confronti del secondo, previa concessione delle circostanze attenuanti generiche equivalenti alla contestata aggravante.


Le imputazioni erano riferite ad un infortunio sul lavoro occorso in data 26 novembre 2008 all'interno di un cantiere edile, a seguito del quale era deceduto M.D., socio e dipendente della ditta EDIL M. snc, alla quale la ELG Costruzioni s.r.l., amministrata dalla C. aveva subappaltato le operazioni di scavo per recintare il cantiere. Dagli accertamenti svolti a seguito dell'infortunio, era emerso che il M. era stata colpito dalla benna dell'escavatrice, condotta dal padre, pensionato e non assunto dalla medesima ditta M., in totale assenza di sbarramenti e segnaletica di sicurezza intorno all'area di azione della escavatrice.


La C. ed il P. erano stati chiamati a risponderne come committente e direttore dei lavori edili in questione, essendosi ravvisati a loro carico profili di colpa, sia generica, sub specie dell'imprudenza e della negligenza, sia specifica. Per la prima, il profilo di colpa specifica è stato fondato sulla violazione del D.Lgs. 9 aprile 2008, n. 81, art. 93, avendo la stessa omesso di verificare l'osservanza degli obblighi da parte del direttore dei lavori e del coordinatore per l'esecuzione. In quanto al secondo, è stato contestato di avere colposamente cooperato nella causazione dell'evento, consentendo che l'anziano M., pensionato e non assunto dalla medesima ditta M., eseguisse quel tipo di operazioni in assenza di sbarramenti e segnaletica di sicurezza intorno all'area di azione della escavatrice.





« torna alla pagina precedente