Centro Servizi, sicurezza e igiene nei luoghi di lavoro Centro Servizi, sicurezza e igiene nei luoghi di lavoro Centro Servizi, sicurezza e igiene nei luoghi di lavoro
 
La sicurezza nei luoghi di lavoro T.U. 81/08 Viene gestita da un insieme di norme che riguardano i datori di lavoro ed hanno come scopo principale di rendere il luogo di lavoro sicuro mediante l'attuazione di una serie di misure di prevenzione e protezione. LEGGI TUTTO
Igiene degli alimenti Autocontrollo e sistema HACCP introducono il concetto di "prevenzione del rischio alimentare" l'operatore del settore alimentare, viene responsabilizzato in materia di igiene e sicurezza degli alimenti ed ha l'obbligo di garantire specifici standard di igiene e salubrità dei propri prodotti. LEGGI TUTTO
Formazione Il continuo sviluppo tecnologico e l'evoluzione nel mondo del lavoro hanno fatto diventare la formazione una necessità dettata dall'obbligatorietà delle varie norme ma anche dall'esigenza di acquisire adeguata consapevolezza per lo sviluppo aziendale perchè non ci può essere crescita se non c'è adeguamento di persone e culture. LEGGI TUTTO
 
News
Alcol: regolamenti e mansioni sottoposte a sorveglianza sanitaria obbligatoria
pubblicata il 28/03/2014

La normativa sull'alcol, L. 125/2001 parla del problema dell'alcol negli ambienti di lavoro nell'art. 15:

Divieto di assunzione/somministrazione di bevande alcoliche/superalcoliche nelle attività ad alto rischio infortunio per se o per terzi (provvedimento 16/03/2006).

I controlli alcolimetrici, possono essere condotti sia dal MC che dal medico ASL con funzioni di vigilanza.

Esiste la possibilità per i lavoratori alcol dipendenti assunti a tempo indeterminato di accedere ai programmi terapeutici e di riabilitazione con conservazione del posto di lavoro, come previsto per i tossicodipendenti dall'art. 124 del DPR 309/1990.

Provvedimento 16.03.2006: (ai sensi dell'art. 15 L. 125/01)

Allegato I: Attività che comportano un elevato rischio di infortunio sul lavoro, per la sicurezza, l'incolumità o la salute di terzi.

  1. attività per le quali è richiesto un certificato di abilitazione per l'espletamento dei seguenti lavori pericolosi: impiego di gas tossici, conduzione di generatori di vapore, attività a contatto con fuochi artificiali (fochino, fabbricazione e uso), vendita di fitofarmaci, direzione tecnica e conduzione di impianti nucleari, manutenzione ascensori;

  2. dirigenti e preposti al controllo dei processi produttivi e alla sorveglianza dei sistemi di sicurezza negli impianti a rischio di incidenti rilevanti;

  3. mansioni sanitarie svolte in strutture pubbliche o private in qualità di medico specialista in anestesia e rianimazione o in chirurgia, medico o infermiere di bordo, medico comunque preposto ad attività diagnostiche e terapeutiche, infermiere; operatore socio-sanitario, ostetrica, caposala e ferrista;

  4. vigilatrice d'infanzia o infermiere pediatrico e puericultrice, addetti ai nidi materni e ai reparti per neonati e immaturi, mansioni sociali e socio-sanitarie;

  5. attività di insegnamento in scuole di ogni ordine e grado;

  6. mansioni comportanti l'obbligo della dotazione del porto d'armi, ivi comprese le attività di guardia particolare e giurata;

  7. mansioni inerenti le attività di trasporto (addetti alla guida con patente B, C, D, E, taxisti, NCC, personale addetto al trasporto di merci pericolose su strada);

  8. personale addetto direttamente alla circolazione dei treni e alla sicurezza dell'esercizio ferroviario; personale ferroviario navigante sulle navi del gestore dell'infrastruttura ferroviaria con esclusione del personale di carriera e di mensa; personale navigante delle acque interne;

  9. personale addetto alla circolazione e alla sicurezza delle ferrovie in concessione e in gestione governativa, metropolitane, tranvie e impianti assimilati, filovie, autolinee e impianti funiculari aerei e terrestri;

  10. conducenti, conduttori, manovratori e addetti agli scambi di altri veicoli con binario, rotaie o di apparecchi di sollevamento, esclusi i manovratori di carri ponte con pulsantiera a terra e di monorotaie;

  11. personale marittimo delle sezioni di coperta e macchina, nonché il personale marittimo e tecnico delle piattaforme in mare, dei pontoni galleggianti, adibito ad attività off-shore e delle navi posatubi;

  12. responsabili dei fari;

  13. piloti d'aereomobili;

  14. controllori ed esperti di assistenza di volo;

  15. personale certificato dal registro aereonautico italiano;

  16. collaudatori di mezzi di navigazione marittima, terrestre ed aerea; personale certificato dal registro aereonautico italiano;

  17. collaudatori di mezzi di navigazione marittima, terrestre ed aerea;

  18. addetti ai pannelli di controllo del movimento del settore dei trasporti;

  19. addetti alla guida di macchine di movimentazione terra e merci;

  20. addetto e responsabile della produzione, confezionamento, detenzione, trasporto e vendita esplosivi;

  21. addetti ai comparti dell'edilizia e delle costruzioni e tutte le mansioni che prevedono attività in quota oltre i due metri di altezza;

  22. capiforno e conduttori addetti ai forni di fusione;

  23. tecnici e manutenzione degli impianti nucleari;

  24. operatori e addetti a sostanze potenzialmente esplosive e infiammabili, settore idrocarburi;

  25. tutte le mansioni che si svolgono in cave e miniere.

  26. sovrintendenza a lavori entro tubazioni, canalizzazioni, recipienti e simili nei quali possono esservi gas e vapori tossici e asfissianti, e/o gas, vapori e polveri infiammabili o esplosivi.

 

Cosa dice l'81/08:

Nell'art. 41 si stabilisce che le visite effettuate dal MC, cosiddette preventive (anche preassuntive) periodiche, in caso di cambio mansione, e dopo 60 gg di assenza per motivi di salute, sono ANCHE finalizzate alla verifica di assenza di alcol dipendenza e assunzione di stupefacenti. (Questi accertamenti possono essere effettuati nei casi previsti dalle norme vigenti o per le mansioni indicate negli allegati).

La Legge 120 del 2010 (Disposizioni in materia di sicurezza stradale) stabilisce nell' Art.33 he il Tasso alcolemico riscontrabile in orario di lavoro per chi trasporta persone o cose deve essere pari a 0.





« torna alla pagina precedente