Centro Servizi, sicurezza e igiene nei luoghi di lavoro Centro Servizi, sicurezza e igiene nei luoghi di lavoro Centro Servizi, sicurezza e igiene nei luoghi di lavoro
 
La sicurezza nei luoghi di lavoro T.U. 81/08 Viene gestita da un insieme di norme che riguardano i datori di lavoro ed hanno come scopo principale di rendere il luogo di lavoro sicuro mediante l'attuazione di una serie di misure di prevenzione e protezione. LEGGI TUTTO
Igiene degli alimenti Autocontrollo e sistema HACCP introducono il concetto di "prevenzione del rischio alimentare" l'operatore del settore alimentare, viene responsabilizzato in materia di igiene e sicurezza degli alimenti ed ha l'obbligo di garantire specifici standard di igiene e salubrità dei propri prodotti. LEGGI TUTTO
Formazione Il continuo sviluppo tecnologico e l'evoluzione nel mondo del lavoro hanno fatto diventare la formazione una necessità dettata dall'obbligatorietà delle varie norme ma anche dall'esigenza di acquisire adeguata consapevolezza per lo sviluppo aziendale perchè non ci può essere crescita se non c'è adeguamento di persone e culture. LEGGI TUTTO
 
News
Lavoratore schiacciato da lastre di vetro- Omesso aggiornamento del dvr e infortunio mortale di un lavoratore Cass. pen., sez. IV, sentenza n. 46438 dell’11 novembre 2014 Responsabilità del datore di lavoro
pubblicata il 18/12/2014

Vi è la responsabilità del datore di lavoro per la morte del dipendente, in quanto ha omesso di aggiornare il documento di valutazione del rischio aziendale in relazione alla fase di lavoro di smaltimento delle lastre ed ha omesso di provvedere alla formazione del lavoratore sui rischi presenti nell'azienda.

L'infortunio mortale era occorso in data 28.9.2005 in danno del dipendente B.V. che mentre procedeva allo smaltimento di alcune casse contenenti del vetro da rottamare, durante le operazioni di schiodatura, veniva investito all'interno del cassone scarrabile, e dal successivo crollo delle lastre di vetro; l'addetto rimaneva bloccato contro le pareti del cassone, riportando lesioni gravissime che lo conducevano a morte.

A carico del legale rappresentante della ditta "N. Vetro" e dunque quale datore di lavoro erano stati ravvisati profili di colpa, sia generica, sia specifica - fondata quest'ultima sulla inosservanza del D. Lgs. 626/1994, art. 4, comma 7, per avere omesso di aggiornare il documento di valutazione del rischio aziendale in relazione alla fase di lavoro di smaltimento delle lastre e del cit. Decreto, art. 22, comma 3, per avere omesso di provvedere alla formazione del lavoratore sui rischi presenti nell'azienda.

Il ricorso presentato dal datore di lavoro è stato ritenuto dalla Corte di Cassazione infondato.





« torna alla pagina precedente