Centro Servizi, sicurezza e igiene nei luoghi di lavoro Centro Servizi, sicurezza e igiene nei luoghi di lavoro Centro Servizi, sicurezza e igiene nei luoghi di lavoro
 
La sicurezza nei luoghi di lavoro T.U. 81/08 Viene gestita da un insieme di norme che riguardano i datori di lavoro ed hanno come scopo principale di rendere il luogo di lavoro sicuro mediante l'attuazione di una serie di misure di prevenzione e protezione. LEGGI TUTTO
Igiene degli alimenti Autocontrollo e sistema HACCP introducono il concetto di "prevenzione del rischio alimentare" l'operatore del settore alimentare, viene responsabilizzato in materia di igiene e sicurezza degli alimenti ed ha l'obbligo di garantire specifici standard di igiene e salubrità dei propri prodotti. LEGGI TUTTO
Formazione Il continuo sviluppo tecnologico e l'evoluzione nel mondo del lavoro hanno fatto diventare la formazione una necessità dettata dall'obbligatorietà delle varie norme ma anche dall'esigenza di acquisire adeguata consapevolezza per lo sviluppo aziendale perchè non ci può essere crescita se non c'è adeguamento di persone e culture. LEGGI TUTTO
 
News
La Cassazione annulla la sentenza della Corte d’Appello che ha assolto un datore di lavoro per l’infortunio di un lavoratore caduto dal trattore non protetto perché esonerato. Ravvisata comunque la violazione dell’art 2087 cc.
pubblicata il 25/09/2014

La sentenza riguarda il caso di un infortunio occorso ad un trattorista deceduto a seguito della caduta da un trattore che stava guidando in un fondo di proprietà del suo datore di lavoro. Sia il Tribunale che la Corte di Appello avevano assolto il datore di lavoro in quanto il trattore, benché privo dei dispositivi di sicurezza costituiti da una cintura di sicurezza e da un sistema antiribaltamento del mezzo, era esonerato al momento dall’adeguarsi alle disposizioni di legge in materia di salute e di sicurezza sul lavoro di cui al D. Lgs. n. 626/1994, in attesa della emanazione delle previste Linee Guida emesse successivamente alla data dell’infortunio, purché il datore di lavoro adottasse delle misure alternative provvisorie, che nel caso in esame sono risultate essere state attuate.

La suprema Corte, su ricorso presentato da parte della pubblica accusa, ha ritenuto di annullare la sentenza di assoluzione emanata dalla Corte di Appello, essendo il trattorista caduto non per il ribaltamento del mezzo o per asperità e irregolarità del terreno, ma per un malore che lo aveva colto mentre era alla guida del mezzo; accettando la richiesta formulata dal ricorrente, ha comunque ravvisato nell’accaduto una violazione alla generale e residuale disposizione di cui all’art. 2087 del codice civile, che onera il datore di lavoro di una particolare e qualificata prudenza e che gli impone di predisporre le misure idonee a tutelare l’integrità fisica e la personalità morale del lavoratore.

Fonte: PuntoSicuro.it





« torna alla pagina precedente