Centro Servizi, sicurezza e igiene nei luoghi di lavoro Centro Servizi, sicurezza e igiene nei luoghi di lavoro Centro Servizi, sicurezza e igiene nei luoghi di lavoro
 
La sicurezza nei luoghi di lavoro T.U. 81/08 Viene gestita da un insieme di norme che riguardano i datori di lavoro ed hanno come scopo principale di rendere il luogo di lavoro sicuro mediante l'attuazione di una serie di misure di prevenzione e protezione. LEGGI TUTTO
Igiene degli alimenti Autocontrollo e sistema HACCP introducono il concetto di "prevenzione del rischio alimentare" l'operatore del settore alimentare, viene responsabilizzato in materia di igiene e sicurezza degli alimenti ed ha l'obbligo di garantire specifici standard di igiene e salubrità dei propri prodotti. LEGGI TUTTO
Formazione Il continuo sviluppo tecnologico e l'evoluzione nel mondo del lavoro hanno fatto diventare la formazione una necessità dettata dall'obbligatorietà delle varie norme ma anche dall'esigenza di acquisire adeguata consapevolezza per lo sviluppo aziendale perchè non ci può essere crescita se non c'è adeguamento di persone e culture. LEGGI TUTTO
 
News
Infortuni sul lavoro e malattie professionali, dati Inail Relazione annuale 2013
pubblicata il 10/07/2014

ROMA – 694.648 denunce per infortunio sul lavoro nel 2013, – 7%, 457 mila gli infortuni riconosciuti, – 9% rispetto ai 500mila del 2012. Presentati da Inail ieri mattina (9 luglio 2014) i dati della Relazione annuale 2013, dati sugli infortuni sul lavoro, dati finanziari, attività concluse e future dell’Istituto.

Infortuni: Il 18% dei casi riconosciuti ha riguardato casi in itinere (casa-lavoro), 57% i casi in itinere per quanto riguarda l’esito mortale. 1171 le denunce ricevute, 660 (-17% rispetto al 2012) quelle riconosciute come “sul lavoro”. 36 i casi in istruttoria, 11,5 milioni i giorni di inabilità nel 2013.

Malattie professionali: 51.839 le denunce presentate, 5.556 in più rispetto al 2012. 19.745 i casi riconosciuti (38%) di cui il 3% sono in istruttoria. 1.475 lavoratori deceduti nel 2013 per malattia professionale, di questi 376 per malattie da amianto.

Per quanto riguarda ancora i dati sugli infortuni, il presidente Inail Massimo De Felice ha citato la recente apertura agli open data, ovvero “della sezione Open data sul portale dell’Istituto, che mette a disposizione con cadenza semestrale le serie storiche quinquennali dei dati sui singoli casi di infortunio – corredati da modello di lettura, vocabolario e tabelle di sintesi – a partire dai primi mesi di quest’anno”.

Per quanto riguarda i dati prettamente finanziari presentati dalla Relazione: “l’Inail nel 2013 consolida ulteriormente il suo stato di buona salute, conseguendo – a fronte di una flessione del 5% delle entrate contributive – un risultato finanziario superiore ai 700 milioni di euro e un risultato economico vicino al miliardo”. Attestato un risultato finanziario positivo pari a 719 milioni, risultato economico vicino al milione.

13.500 le nuove rendite per inabilità e 3.173 le nuove rendite per i superstiti. A 140 milioni di euro ammontano i premi omessi nel 2013 (+13%), in aumento le rateazioni. 41.000 nel 2012 le imprese virtuose.

Tratto da: quotidianosicurezza.it





« torna alla pagina precedente