Centro Servizi, sicurezza e igiene nei luoghi di lavoro Centro Servizi, sicurezza e igiene nei luoghi di lavoro Centro Servizi, sicurezza e igiene nei luoghi di lavoro
 
La sicurezza nei luoghi di lavoro T.U. 81/08 Viene gestita da un insieme di norme che riguardano i datori di lavoro ed hanno come scopo principale di rendere il luogo di lavoro sicuro mediante l'attuazione di una serie di misure di prevenzione e protezione. LEGGI TUTTO
Igiene degli alimenti Autocontrollo e sistema HACCP introducono il concetto di "prevenzione del rischio alimentare" l'operatore del settore alimentare, viene responsabilizzato in materia di igiene e sicurezza degli alimenti ed ha l'obbligo di garantire specifici standard di igiene e salubrità dei propri prodotti. LEGGI TUTTO
Formazione Il continuo sviluppo tecnologico e l'evoluzione nel mondo del lavoro hanno fatto diventare la formazione una necessità dettata dall'obbligatorietà delle varie norme ma anche dall'esigenza di acquisire adeguata consapevolezza per lo sviluppo aziendale perchè non ci può essere crescita se non c'è adeguamento di persone e culture. LEGGI TUTTO
 
News
Droghe: regolamenti e mansioni sottoposte a sorveglianza sanitaria obbligatoria
pubblicata il 28/03/2014

DROGHE: Legalmente si parla di droghe riferendosi alle sostanze contenute nell'elenco dei Ministero della Salute, che viene costantemente aggiornato.

Conferenza Unificata Provvedimento del 30/10/2007

Come si effettuano i test:

Nei luoghi di lavoro sono previste inizialmente le analisi delle urine, e a conclusione le analisi sul capello (che permettono di risalire a consumi avvenuti anche mesi prima).

  1. Analisi di screening: analisi preliminari per escludere qualsiasi possibilità di assunzione di droghe (condotta dal Medico Competente)

  2. Analisi di conferma: se lo screening è positivo (Eseguita presso il SERT dell'ASL di competenza)

  3. Controanalisi: le può richiedere il lavoratore a suo carico se pensa che il test non sia stato effettuato correttamente

Al tutto deve seguire obbligatoriamente un verbale firmato dal Medico Competente e dal lavoratore.

Per le droghe si attua il principio di cautela conservativa, prevedendo la non idoneità dei lavoratori a svolgere mansioni a rischio nel caso si usino sostanze psicotrope o stupefacenti anche solo al di fuori dell'attività lavorativa, indipendentemente dallo stato di dipendenza.

E' pertanto obbligatorio che il Datore di Lavoro verifichi l'assenza di assunzione, anche solo sporadica, per quei lavoratori la cui mansione comporti rischi per la sicurezza, l'incolumità e la salute propria e di terzi, secondo quanto stabilito dalla Conferenza Unificata del 30/10/2007.

In caso di risultato positivo il lavoratore verrà sospeso immediatamente dalla mansione svolta fino a quel momento.

Provvedimento 17/09/2008: Procedure per accertamenti sanitari:

Primo livello: a cura del MC

Secondo livello: a cura del SERT (SERvizio per le Tossicodipendenze della ASL).

E' possibile presentare ricorso contro il giudizio del MC

Nel DVR il Datore di Lavoro è obbligato ad individuare le mansioni che eventualmente espongono i lavoratori a rischi specifici che richiedono una riconosciuta capacità professionale, specifica esperienza, e adeguata formazione e addestramento.

Il Datore di Lavoro prima di assegnare al lavoratore mansioni inserite nell'allegato 1 provvede a richiedere al Medico Competente gli accertamenti sanitari del caso; il MC effettua il primo screening e, in caso di risultato positivo, invia il lavoratore al SERT dell'Asl territoriale. Se le analisi condotte da quest'ultimo centro risultano positive, inizia per il lavoratore un apposito percorso di recupero; il lavoratore viene immediatamente sospeso dalla mansione che sta ricoprendo, fino a che il Medico Competente non ne accerti il definitivo recupero, conducendo altri esami ripetuti nel tempo (i tempi sono individualizzati). Il lavoratore ha di norma 10 giorni di tempo per presentare ricorso al SERT, che provvederà ad effettuare delle nuove analisi, condotte comunque sempre sul vecchio campione biologico.

Dal momento che il Datore di Lavoro richiede l'esame al MC, quest'ultimo ha 30 giorni di tempo per comunicare al lavoratore luogo e data delle analisi, ma sempre e comunque con almeno un giorno di preavviso. La sorveglianza sanitaria successiva di solito avviene con cadenza annuale, e qualora il lavoratore si rifiuti di sottoporsi al test presso l'ASL (in seguito a screening positivo eseguito dal MC), l'ASL dispone entro 10 giorni un nuovo accertamento; Se il lavoratore, senza giustificato motivo, diserta anche il secondo appuntamento il Datore di Lavoro è tenuto a far cessare al medesimo l'espletamento delle mansioni di cui all'allegato 1, finché non venga accertata l'effettiva condizione di non tossicodipendenza.

 

Allegato I Provvedimento 30/10/2007: mansioni soggette a controllo antidroga:

MANSIONI CHE COMPORTANO PARTICOLARI RISCHI PER LA SICUREZZA, L'INCOLUMITÀ E LA SALUTE DEI TERZI

1) Attività per le quali è richiesto un certificato di abilitazione per l'espletamento dei seguenti lavori pericolosi:

a) impiego di gas tossici (art. 8 del regio decreto 1927, e successive modificazioni);

b) fabbricazione e uso di fuochi di artificio (di cui al regio decreto 6 maggio 1940, n. 635) e posizionamento e brillamento mine (di cui al decreto del Presidente della Repubblica 19 marzo 1956, n. 302);

c) direzione tecnica e conduzione di impianti nucleari (di cui al decreto del Presidente della Repubblica 30 dicembre 1970, n. 1450, e s.m.).

2) Mansioni inerenti le attività di trasporto:

a) conducenti di veicoli stradali per i quali é richiesto il possesso della patente di guida categoria C, D, E, e quelli per i quali é richiesto il certificato di abilitazione professionale per la guida di taxi o di veicoli in servizio di noleggio con conducente, ovvero il certificato di formazione professionale per guida di veicoli che trasportano merci pericolose su strada;

b) personale addetto direttamente alla circolazione dei treni e alla sicurezza dell'esercizio ferroviario che esplichi attività di condotta, verifica materiale rotabile, manovra apparati di sicurezza, formazione treni, accompagnamento treni, gestione della circolazione, manutenzione infrastruttura e coordinamento e vigilanza di una o più attività di sicurezza;

c) personale ferroviario navigante sulle navi del gestore dell'infrastruttura ferroviaria con esclusione del personale di camera e di mensa;

d) personale navigante delle acque interne con qualifica di conduttore per le imbarcazioni da diporto adibite a noleggio;

e) personale addetto alla circolazione e a sicurezza delle ferrovie in concessione e in gestione governativa, metropolitane, tranvie e impianti assimilati, filovie, autolinee e impianti funicolari, aerei e terrestri;

f) conducenti, conduttori, manovratori e addetti agli scambi di altri veicoli con binario, rotaie o di apparecchi di sollevamento, esclusi i manovratori di carri ponte con pulsantiera a terra e di monorotaie;

g) personale marittimo di prima categoria delle sezioni di coperta e macchina, limitatamente allo Stato maggiore e sottufficiali componenti l'equipaggio di navi mercantili e passeggeri, nonché il personale marittimo e tecnico delle piattaforme in mare, dei pontoni galleggianti, adibito ad attività off-shore e delle navi posatubi;

h) controllori di volo ed esperti di assistenza al volo;

i) personale certificato dal registro aeronautico italiano;

l) collaudatori di mezzi di navigazione marittima, terrestre ed aerea; m) addetti ai pannelli di controllo del movimento nel settore dei trasporti;

n) addetti alla guida di macchine di movimentazione terra e merci.

3) Funzioni operative proprie degli addetti e dei responsabili della produzione, del confezionamento, della detenzione, del trasporto e della vendita di esplosivi. 





« torna alla pagina precedente